Residence Isernia

Isernia (IPA: /iˈzεrnja/, Aesernia in latino, Aisernio in osco, Esernius secondo Plinio, Serni secondo l'Itinerario Antonino, Sèrnia in dialetto isernino) è un comune italiano di 21 850 abitanti, terzo del Molise per popolazione dopo Campobasso e Termoli. È capoluogo dell'omonima provincia.

Tra i primi insediamenti paleolitici documentati d'Europa, fiorente città sannita, capitale della Lega Italica, in seguito Municipium romano; luogo di reazione borbonica anti-unitaria nel 1860, medaglia d'oro al valor civile per il bombardamento subito durante la Seconda guerra mondiale e infine capoluogo di provincia; Isernia è una città di riferimento dell'Alto Molise.

Geografia fisica Territorio Il nucleo abitativo principale di Isernia è situato sull'ampio crinale di una collina oblunga dell'Appennino centrale, la quale separa due corsi d'acqua paralleli di modesta portata, il Carpino e il Sordo. Tali bacini fluviali confluiscono a sud nel fiume Cavaliere, affluente del fiume Vandra, a sua volta affluente del Volturno. La città sorge all'incrocio della strada statale 85 e la strada statale 17 Appulo-Sannitica, ed è circondata dai monti del Matese a sud e dalle Mainarde a nord. Il suo territorio ha un'altimetria che varia da 285 m s.l.m. fino a 905 m s.l.m., per una media di 457 m s.l.m.. La zona è ritenuta ad alto rischio sismico in quanto l'attività tellurica nel territorio è stimata come molto intensa. L'area settentrionale del centro abitato si trova ad un'altitudine maggiore rispetto alla parte meridionale (storicamente più antica), ed è situata su un terreno quasi pianeggiante ma molto umido e ricco di sorgenti acquitrinose, tra cui quella del fiume Sordo.

Secondo la Carta Geologica d'Italia redatta dal Servizio Geologico d'Italia, il territorio del comune di Isernia è situato a metà tra le formazioni "calcareo-dolomitiche mesozoiche" a sud, relative all'appennino campano e dei monti del matese, e i "sedimenti di tipo pelagico" del mesozoico-terziario a nord, appartenenti all'appennino sannita e all'appennino abruzzese. L'accavallamento molto esteso di queste due zone costituisce un'anomalia rispetto al resto della morfologia appenninica. Il sottosuolo del centro abitato è formato da rocce di

...scopri di più

© 2017 Geobox.it - Partita IVA 02207230463